Damiano dei Maneskin, spunta il retroscena: “Cacciato via dal gruppo”

Il frontman Damiano dei Maneskin, icona del nuovo rock italiano e volto della famosissima band, ha rivelato un retroscena degno di un terremoto “musicale”. Scopriamolo insieme.

Chi non conosce Damiano dei Maneskin? Icona del nuovo rock italiano, l’androgino Damiano è il paradigma del musicista di successo: dopo l’esordio col botto della band a X Factor, la vittoria travolgente al Festival di sanremo, il gruppo ha conquistato l’inconqusitabile con la vittoria all’Eurovision Song Contest.

Damiano durante l’ultimo concerto a Roma, Fonte ANSA/CLAUDIO PERI

Come tante glorie italiane prima di loro, anche i Maneskin adesso puntano a entrare nel fruttuoso mercato americano: addio ai testi italiani, largo alla lingua inglese con la musica di apertura al concerto dei Rolling Stones, le battute sesso & droga & rock and roll allo show di Jimmy Fallon e non ultimo con il best rock act degli EMA awards. Basterà? È troppo presto per affermarlo, considerando come sia un mercato ultra competitivo, dove essere bravi, straordinari persino spesso non è sufficiente.

La stupefacente confessione di Damiano

Damiano ad un concerto in Germania nel 2021, Fonte Wikipedia

Dopo la musica, l’elemento più caratteristico dei Maneskin è una freschezza però congiunta con uno stile volutamente retrò: abiti da rocker anni Settanta, un atteggiamento che non rinuncia agli stereotipi del rock più classico e maledetto. Non a caso è stato Iggy Pop a chiedere di duettare con loro; un bell’onore considerando il suo status di icona musicale mondiale. Eppure non sempre le cose procedevano così lisce, anzi; vi sono stati momenti nella storia, anche recente, della band dove si sono verificati incidenti e attriti.

La legatissima band, composta da Damiano, Victoria, Thomas e Ethan, ha infatti faticato non poco per coesistere nelle fasi iniziali: una convivenza tra grandi ego che difficilmente erano d’accordo sulle più elementari cose. E in questo contesto proprio Damiano si è sempre rivelato un personaggio difficile da gestire.

La bassista Vittoria, Fonte Wikipedia

Inizialmente fu proprio l’anima femminile della band, cioè la bassista Victoria, ad allontanarlo: “Facevamo metal e Damiano voleva fare cose più pop. Lo abbiamo allontanato” – ha infatti raccontato la ragazza. Dopo qualche tempo il cantante però rinsavì e cambiò idea. Fu Damiano stesso infatti a chiedere di essere riammesso nel progetto: “Mi ha scritto che voleva fare sul serio: non era più una pippa, era migliorato” ha concluso Vittoria.
Ma chi è Vittoria? Dal cognome De Angelis è l’istrionica bassista del gruppo. Di mamma danese, la ragazza ha scelto una parola dal vocabolario di lei: significa “chiaro di luna”. Lo aveva raccontato in un’intervista al Corriere della sera.