Platinette e la triste storia per cui ha perso suo figlio | Un lutto devastante: “Avrebbe avuto 49 anni…”

Non tutti sanno la triste storia che ha dovuto vivere il famoso Platinette. Una perdita, quella di suo figlio, che l’ha sconvolto. Ecco svelati i retroscena di questa drammatica vicenda.

Platinette, pseudonimo di Maurizio Umberto Egidio Coruzzi, è un conduttore radiofonico, televisivo, cantante, attore e doppiatore italiano. Nasce come giornalista e raggiunge la notorietà quando viene notato da Maurizio Costanzo, prendendo parte a numerose puntate del Maurizio Costanzo Show. Platinette è entrato nel cuore degli italiani per la sua simpatia, schiettezza e forza. Un personaggio televisivo che ormai tutti quanti conosciamo e che ci ha sempre fatto sorridere.

Platinette (Instagram)

Volto ormai rinomato della televisione italiana, ci accompagna dalla fine degli anni novanta. Si tratta della prima drag queen del palinsesto televisivo italiano, la novità di cui l’Italia aveva indubbiamente bisogno. Questa sua versione libera e priva di limiti ha colpito da subito il cuore degli italiani. Il suo scopo era quello di far capire che non bisogna fermarsi alle apparenze e che dietro a questa sua figura così esagerata si nascondesse semplicemente Mauro Coruzzi.

Platinette nasce da una famiglia di contadini per poi spostarsi in città, precisamente a Parma. Nel 1997 fa la sua prima apparizione televisiva, conducendo lo speciale del Festival di Sanremo su Rai 2, chiamato Sanremo in aria. Viene notata dal famoso Maurizio Costanzo che decide di volergli dare un’importante occasione. Mauro non ci mette molto a farsi distinguere, presentandosi come drag queen durante il programma Maurizio Costanzo Show. Ovviamente la sua schiettezza, intelligenza e la sua dialettica perfetta l’hanno sempre aiutato per emergere. Possiamo dire che è grazie a Platinette se in televisione sono apparsi sempre di più personaggi simili o drag queen.

Inizialmente Mauro prova a tenere nascosto il suo orientamento sessuale, per la paura di ricevere delle critiche. Pian piano però riesce a mostrarsi per come è, senza vergogna, ammettendo di amare incredibilmente senza nessun limite. Ed è proprio qui che rivela un segreto molto triste del suo passato, un qualcosa che l’ha segnato nel profondo.

La perdita di suo figlio

Per Platinette accettare il proprio orientamento sessuale non è mai stato troppo facile. Ha sempre cercato di reprimere questo suo impulso portandolo ad avere, da giovane, relazioni anche con delle ragazze. Ed è proprio a causa di questa sua confusione che racconta di aver vissuto un’esperienza straziante all’età di diciassette anni. Stava per diplomarsi, aveva ancora una vita intera davanti ed era fidanzato con una ragazza della sua età. Purtroppo era rimasta incinta.

La notizia risultò per entrambi sconvolgente, ma entrambi presero la decisione che risultava più sensata per due ragazzini: quella di abortire. Ai tempi non esistevano particolari leggi al riguardo sicché la procedure avvenne in maniera semplice e  lineare.

Mauro-Coruzzi (Instagram)

Le parole di Mauro: “Eravamo due coppie e ogni tanto si usciva dal cosiddetto campo della normalità. Io e quest’altro ragazzo avevamo due fidanzate che però non sapevano che anche tra noi c’era una storia. Non era per la doppiezza, ma l’indecisione di non sapere cosa stavi diventando”. Dopodiché continua dichiarando: “Se fosse nato oggi avrebbe avuto 49 anni e si sarebbe ritrovato un padre che esce vestito come una battona di quinta categoria. Io ho un’esistenza molto faticosa: sono un borderline“. Mauro spiega con queste parole simpatiche un dolore che porta ancora con sé, una scelta che non si scorderà mai.