Pippo Baudo attaccato dal brutto male: il cancro che nessuno sapeva

Pippo Baudo,  ovvero il conduttore più amato nel  nostro Paese, ha confessato- senza tanti giri di parole-  una verità – a dir poco- agghiacciante, raccontando del tumore, della malattia e del risvolto incredibile che poi ha avuto e che ha lasciato tutti quanti a bocca aperta!

Una vera e propria  icona della televisione italiana è indiscutibilmente Pippo Baudo, nonché  mattatore di tantissimi programmi di enorme successo. Inoltre l’uomo ha scoperto nel corso degli anni tantissimi talenti che oggi sono il fiore all’occhiello del panorama televisivo e musicale  nostrano- come Lorella Cuccarini, Heather Parisi, Giorgia, Fabrizio Moro e  Barbara D’Urso.

Il dramma della malattia di Pippo Baudo
Pippo Baudo SpyNews

Tra questi, inoltre troviamo  la mitica Laura Pausini. Sì, esatto,  è stato proprio Pippo a credere e capire subito il grande talento della giovane che nell’ ormai ben  lontano 1993 vinse  l’edizione del Festival di Sanremo che l’ha lanciata  poi al grande successo internazionale del quale gode ancora oggi. Lui è poi stato un vero punto di riferimento e di ispirazione per moltissimi suoi colleghi, che poi hanno  realmente e concretamente imparato da lui l’arte del mestiere, decisamente molto affascinante.

Pippo ha mossi i primi passi nel vasto mondo dello Spettacolo 1959 quando  si trovò per la prima volta alla conduzione del varietà La conchiglia d’oro, al fianco del compianto Enzo Tortora.   Poi, nel corso del tempo, ha condotto più di 100 programmi televisivi stravolgendo completamente la storia della televisione italiana, tra cui tra i più prestigiosi e famosi troviamo Settevoci, Canzonissima, Domenica in, Fantastico, Serata d’onore e Novecento. Inoltre,  come non citare il Festival di Sanremo, di cui detiene il record delle conduzioni, ben tredici tra il 1968 e il 2008?

Durante il corso di un’ assai curiosa  intervista il noto conduttore ha raccontato che  durante la  sua carriera- che ha veramente dell’ incredibile-  solo una persona è riuscita a metterlo in grande  imbarazzo sul palco. Chi è stato?  Si tratta di Roberto Benigni,. Queste le sue parole a riguardo: “Un ospite che mi ha messo in difficoltà? Uno solo, Roberto Benigni, al quale però voglio troppo bene. La prima volta che venne in trasmissione, mentre ci riprendevano a mezzo busto, mi diede con la mano un colpo secco sui genitali che mi lasciò senza fiato“.

La confessione che non ti aspetti

Anche se adesso Pippo è lontano dal palcoscenico,  e ciò procura non poco dispiacere nei cuori dei suoi estimatori che sono ancora molto numerosi,  ha voluto fare una rivelazione che ha lasciato  gli italiani  devastati e preoccupati. Durante una profonda e intima intervista nella trasmissione condotta da Safiria Leccese, quale   La strada dei miracoli, l’uomo ha deciso di lasciarsi andare a una confessione che ha lasciato tutti senza parole rivelando di aver avuto il cancro. A questo punto il gelo è sceso nelle menti dei telespettatori.

Il dramma della malattia di Pippo Baudo
Pippo Baudo SpyNews

Per la verità lui  nel corso della sua esistenza ha avuto diverse malattie e si è sottoposto pure a svariate  operazioni, ma -ad un certo punto- è arrivata una notizia che lo ha letteralmente annientato. “Nella mia vita ho avuto tante malattie e sono stato operato tante volte. Ad un certo punto della mia vita ho scoperto di avere avuto un cancro alla tiroide ed ho vissuto una vita preoccupatissima. Avevo il cancro e facevo la prima Canzonissima della mia vita, erano gli Anni ’70″, ha confessato l’immenso conduttore.

Pippo è poi voluto andare maggiormente in profondità riguardo al racconto della malattia e della sua guarigione, rilasciando dichiarazioni molto forti: “Successe l’esplosione di Chernobyl e molti notarono come il sodio radioattivo faceva nascere bambini grassi perché privi di tiroide. I medici quindi si iniziarono a interrogare sui possibili benefici del sodio radioattivo per chi aveva problemi alla tiroide. Mi portarono a Pisa, dove c’erano tanti ricoverati come me e mi chiesero se volessi fare un esperimento con loro. Accettai“. E menomale che lo fece, dal momento che solo così si poté salvare la vita!